Alfa Romeo: passione per le corse

 

L’Alfa Romeo è un marchio conosciuto in tutto il mondo. L’azienda nacque a Milano il 24 giugno 1910 con il nome ALFA (acronimo di Anonima Lombarda Fabbrica Automobili), modificato poi nel 1918 in Alfa Romeo da Nicola Romeo, che acquistò il controllo della società. Dopo un periodo di crisi negli anni venti, l’Alfa Romeo passò nelle mani dello Stato italiano a partire dal 1933 fino al 1986, anno in cui è stata venduta al gruppo Fiat.

La casa automobilistica italiana ha ottenuto notevoli successi nel mondo dello sport; a partire dal 1925, anno in cui vinse il primo campionato del mondo di automobilismo (solo tre edizioni vennero corse), ritenuto l’antenato dell’odierna Formula 1. Anche del Campionato mondiale di Formula 1 vinse le prime due edizioni del 1950 e ’51. Gli ultimi due titoli vinti nelle categorie di competizioni automobilistiche risalgono invece al ’75 e ’77, anni in cui Alfa Romeo si posizionò davanti a tutti nel Campionato del mondo sportprototipi (una corsa tra vetture sport, gran turismo, prototipi e silhouette).

Altri sport in cui la blasonata casa del Biscione (appellativo dovuto allo storico marchio) ha partecipato sono: campionato del mondo rally, Formula 3 (dove vinse come fornitrice di motori) e altri campionati minori.

Per quanto riguarda il mercato automobilistico invece, la rivoluzione delle automobili del marchio partì dall’introduzione dell’Alfa Romeo 33: vettura che sancì un cambio deciso del design. Si preferì adottare uno stile elegante con linee più ricercate, abbandonando così il carattere sportivo, tipico delle auto Alfa fino a quel momento prodotte. Con questa autovettura venne introdotto anche l’allestimento “Quadrifoglio Oro”, destinato alle vetture particolarmente accessoriate (a differenza del “Quadrifoglio Verde” utilizzato per gli allestimenti sportivi).

La storia recente della casa è stata scritta dalla compatta Alfa Romeo MiTo, vettura che rende omaggio all’asse Milano-Torino (Milano dove è nata l’Alfa Romeo, Torino invece è la città in cui viene prodotta l’automobile).

Nel 2010 invece, in occasione del 100° anno dalla fondazione, è stata introdotta sul mercato l’Alfa Romeo Giulietta, la berlina due volumi che ha avuto l’onore di sostituire la 147, modello che ha riscosso in 10 anni molti successi, aggiudicandosi alcuni dei premi automobilistici più ambiti: Volante d’Oro nel 2000, Car of the year nel 2001 e Automobile più bella del mondo nel 2004, grazie alla versione GT, uscita l’anno prima.

L’ultimo dei tre modelli tuttora in produzione è l’Alfa Romeo 4C, la coupé supersportiva messa in produzione a partire dal 2013 dalla Maserati (anch’essa facente parte del gruppo Fiat) presso lo stabilimento di Modena.

Forse non tutti sanno che ancora oggi la casa del Biscione è impegnata in tanti eventi sportivi; basti pensare che fornisce le safety car per il campionato del mondo Superbike, coi modelli 159 Sportwagon, MiTo, Giulietta e 4C.
Finora abbiamo parlato solo di sport legati ai motori, ma Alfa Romeo è presente, per esempio, anche nel calcio, come sponsor in bella vista sulle maglie dell’Eintracht Francoforte in Bundesliga (campionato tedesco). (vedi Wikipedia)

Se volete acquistare una delle vetture del Biscione, scoprite tutte le promozioni Alfa Romeo sul sito Autokm0.tv!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *