Ford: l’auto accessibile a tutti

 

La storia della Ford Motor Company inizia nel 1903 quando Henry Ford e pochi altri investitori decisero di aprire un’azienda che aveva come obiettivo l’abbattimento dei costi di produzione di un’auto per renderla accessibile a tutti.

Il capitale sociale iniziale era di soli 28mila dollari ma la nuova società di Dearborn (Michigan) era destinata a una scalata verso il successo!

Durante i primi anni, nello stabilimento di Detroit, la compagnia produsse solamente qualche auto al giorno; il loro primo prodotto fu il modello A: auto a 2 cilindri capace di raggiungere i 35 Km/h.

Successivamente la casa dell’ovale blu introdusse una nuova forma di organizzazione del lavoro che andò a rivoluzionare il pensiero economico mondiale: la catena di montaggio. La concezione di meccanizzazione del lavoro permise alla società di produrre su larga scala dei buoni “prodotti” a basso costo; ne è un esempio il Model T del 1908, che fu la prima vettura prodotta in grande serie con oltre 15 milioni di esemplari.

Da quel momento la casa automobilistica ebbe una crescita notevole e Ford perfezionò le sue creazione ottenendo una moltitudine di modelli distinti con il nome delle lettere alfabetiche, partendo dalla prima, il modello A, sino ad arrivare al modello S.

Dal 1919 al 1943 la direzione della Ford passò a Edsel (figlio di Henry) che riuscì a superare con successo le crisi dovute alla guerra e alla grande depressione.

Con l’avvento degli anni ’60 arrivarono anche le prime vittorie sportive grazie alla Cortina (prodotta dalla filiale inglese), e alla fornitura di motori per la F1. Nel 1964 fu creato il segmento delle “pony car” con la Ford Mustang e nello stesso anno fu svelata al mondo la prima supercar di casa Ford, la GT40, capace di aggiudicarsi quattro edizioni consecutive della 24 Ore di Le Mans.

Nel 1987 la società si espanse notevolmente grazie all’acquisizione dell’Aston Martin, della società di noleggio Hertz, nel 1989 della Jaguar e infine nel 1999 della Volvo. Nel 2007 però la crisi economica gravò pesantemente sull’azienda che fu costretta a vendere l’Aston Martin alla Prodrive, la Jaguar e Land Rover alla Tata, e la Volvo ai cinesi della Geely.

Ad oggi la gamma dei veicoli Ford è formata da Ford Ka, Fiesta, Fusion, Focus, C-Max, Mondeo, S-Max, B-Max, Kuga, Ranger, Transit e Courier, e la loro produzione avviene negli stabilimenti di Colonia e Saarlouis in Germania, Valencia in Spagna, Tychy in Polonia, Genk in Belgio e Vsevolozhsk in Russia.

Se volete scoprire tutte le notizie e le promozioni del mondo Ford visitate il nuovo portale Autokm0.tv!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *