Kia: dalle biciclette alle automobili

2

Alla fine della seconda guerra mondiale Chul-Ho Kim, un giovane studente coreano, decise di fondare un’azienda per la produzione di componenti per biciclette. Nel 1952 realizzò il suo primo prodotto completo; un mezzo a due ruote che resterà il suo prodotto di punta per i nove anni successivi.

In questi stessi anni il nome della società non era ancora Kia (significato: “a” sta per Asia mentre il termine coreano “ki” significa “uscire fuori”) ma Kyungsung Precision Industry, solo nel 1951 la società assunse il nome con il qualce la conosciamo tutti.

Nel 1961 la società presentò la sua prima motocicletta C-100 e tre mesi dopo il motocarro a tre ruote K-360.
La produzione della prima autovettura avvenne nel 1970 assemblando la 124 su licenza Fiat presso gli stabilimenti sud coreani della casa costruttrice. Furono prodotti 6.775 esemplari della Kia-Fiat e il 30% dei suoi componenti meccanici fu ri-progettato dagli ingegneri coreani.

Nel 1973 venne realizzato il primo motore a benzina per automobili mentre nel 1974 venne prodotaa la prima grande berlina (chiamata Brisa) con la quale, nell’anno successivo, varcò i confini coreani nel 1975.

Il primo propulsore diesel fece la sua comparsa nel 1978 e l’anno seguente Kia produsse, sempre su licenza, la Fiat 132 e la Peugeot 604 mentre nel 1981 il governo dittatoriale di Chun Doo-hwan impose al marchio di interrompere l’assemblaggio di autoveicoli e di concentrarsi sui furgoni.

Con l’arrivo di Ford (che acquisì parte delle azioni della Casa asiatica) Kia risorse e realizzò in Corea del Sud diversi modelli rimarchiati: la Pride (una Mazda 121 riveduta e corretta) e la Avella, basata sulla Festiva e sulla Aspire.

Gli anni Novanta non furono del tutto felici; se da una parte si avviò l’espansione verso nuovi mercati dall’altra la crisi economica che colpisce l’Asia portò il brand sudcoreano alla bancarotta.

Oggi Kia Motors fa parte di un grande gruppo industriale controllato dalla Hyundai Motor Company. A livello europeo Kia è la casa automobilistica con i più veloci tassi di crescita (+39%); questa crescita, sommata ai fatturati delle aziende che costituiscono il gruppo, ha permesso di diventare il sesto produttore Mondiale di autovetture (in termini di vendite).

Infatti oggi può contare su oltre 57.000 dipendenti e 12 installazioni produttive, che la portano ad essere presente in 167 paesi (tra cui l’Italia, dove è presente dal 1998 riscuotendo un buon successo commerciale soprattutto negli ultimi anni duemila).

La Kia Motors è anche stata la prima casa automobilistica coreana ad essersi aggiudicata le cinque stelle EuroNCAP con la cee’d.

Kia offre un’intera gamma di vetture legate da un forte family feeling: la Kia Carens, la Kia Picanto (un’utilitaria moderna e ben costruita); nel segmento B troviamo Kia Rio e la Kia Venga.
La Kia cee’d ha un look sportivo e soluzioni tecnologiche avanzate.
La Kia Sportage e la Kia Sorento sono due sport utility; la prima è SUV medio compatto e aggressivo mentre la seconda è una grossa crossover con cinque o sette posti.
Infine la Kia Soul, una crossover compatta con carrozzeria rialzata.

Se siete amanti delle vetture Kia venite a scoprite tutte le offerte sul portale Autokm0.tv

2 commenti

  1. Piero

    16 novembre 2014 at 23:02

    Mi interessa una kia sportage bianca con cambio automatico a GPL. Darei in permuta un touareg del 2005 3000 con 220000 km. Fatemi sapere e grazie

  2. Redazione Autokm0

    17 novembre 2014 at 14:15

    Abbiamo inoltrato la sua richiesta al responsabile della promozione Kia Sportage

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *