Nissan: la casa del Sol Levante

 

Nissan Motor Co. Ltd. è la seconda casa automobilistica più importante del Giappone; nacque nel 1934 grazie alla fusione tra la holding fondata da Yoshisuke Aikawa con la Tobata Imono.

La Datsun fu la prima auto prodotta da questo marchio e fu messa in strada nel 1935, in questi primi anni di attività però l’azienda produsse per lo più veicoli per l’esercito e realizzò su licenza alcune automobili americane (Graham-Paige) e britanniche (Austin).

Solo dopo la seconda guerra mondiale la produzione della Nissan si concentrò esclusivamente sulle auto civili e nel 1951 debuttò il Nissan Patrol, un fuoristrada che utilizzava l’esperienza accumulata durante la produzione dei mezzi militari e destinato a diventare una leggenda.

La possibilità di espandersi e di conquistare il mercato americano arrivò nel 1958 quando Nissan confermò la sua importanza a livello mondiale vincendo il “Mobilgas Round Australia Trial” grazie alla Datsun 210; così nel 1960 riuscì a stabilirsi come Nissan Motor Corporation USA (NMC) in California.

Negli anni Sessanta la Casa nipponica iniziò ad esportare i suoi veicoli anche in Europa e l’anno successivo, grazie alla fusione con la Prince Motor, ampliò la sua gamma presentando al mondo la Skyline.

Nel 1969 produsse la sportiva Datsun 240Z e i modelli cominciarono ad essere commercializzati con il marchio Nissan. Il logo scelto riporta la scritta Nissan all’interno di una circonferenza che rappresenta simbolicamente il sole che sorge.

Durante la crisi petrolifera degli anni Settanta la Nissan soddisfò le esigenze americane con la Sunny, che ottenne il primo posto nei test per il risparmio di carburante condotti dall’agenzia per la tutela ambientale USA .

All’inizio degli anni Ottanta Nissan acquisì gli interessi della Motor Iberica mentre nel 1988 con il Nissan European Technical Centre Ltd costruì i primi stabilimenti nel Regno Unito e in Italia.

Il 1992 si aprì con il lancio sul mercato europeo di diverse vetture: la Micra, che nacque nel 1992 e divenne la prima asiatica a conquistare il prestigioso premio di Auto dell’Anno nel 1993; il 4×4 Terrano II, prodotto a Barcellona per il mercato europeo; il Sunny Van, che si aggiudicò il riconoscimento di International Van of the Year.

Negli anni novanta arrivò anche la prima crisi finanziaria e per questo parte del capitale sociale fu acquisito da Renault. Nel 1999 il manager brasiliano Carlos Ghosn riuscì a realizzare un piano di rinascita per la società che impose una riduzione dell’organico di circa 21.000 persone ma che riportò l’azienda a splendere.

La produzione attuale della Nissan-Renault spazia dalle city car (Nissan Note e la Micra) a quelle sportive (370Z, la 370Z Roadster e la GT-R), dai classici fuoristrada (l’X-Trail, il Nissan Pathfinder e il Nissan Navara) alle moderne Suv (Nissan Qashquai, il Nissan Murano e la Nissan Juke) senza dimenticare la produzione dei veicoli commerciali e delle elettriche come la Nissan Leaf.

Se volete entrare a fare parte del mondo delle auto giapponesi, vi consigliamo di scoprire tutte le offerte Nissan presenti sul nostro portale Autokm0.tv

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *