Toyota: innovazione e… successo

 

Toyota nacque nel 1933 quando la Toyoda Automatic Loom, un’azienda che realizzava telai per la tessitura, aprì una nuova filiale che fu affidata a Kiichiro Toyoda, figlio del primo fondatore dell’azienda.

Il primo prodotto realizzato in ambito automobilistico fu il Type A Engine, un motore che venne usato sulla Model A1 e sull’autocarro G1. Per la produzione di una vettura in serie si dovrà attendere il 1936 con la Model AA.

Kiichiro Toyoda, nel 1937 fece diventare la Toyoda Automatic Loom una società indipendente e ne cambiò il nome per scaramanzia in Toyota. Infatti per scrivere Toyota in giapponese ci vogliono otto colpi di pennello anziché sette e otto è considerato un numero fortunato.

Durante la Seconda Guerra Mondiale l’esercito impose all’azienda di realizzare autocarri militari.

La produzione di automobili commerciali iniziò nel 1947 con la SA, un modello disponibile solo con due porte, il grande successo permise; nel 1950, la nascita di una società addetta alla vendita delle vetture (la Toyota Motor Sales Company) attiva fino a luglio del 1982.

Nel 1957 debuttò la Crown, il primo modello destinato all’esportazione negli USA.

Risalgono agli anni Sessanta i primi accordi con Hino e Daihatsu e il primo sbarco in Europa con la Toyopet Tiara, lanciata in Finlandia.

Nel 1963 iniziò la produzione di vetture all’estero, prima in Australia e poi in Portogallo.

Negli anni Settanta la Toyota ottenne i primi successi sportivi nel Rally dei 1000 Laghi grazie al finlandese Hannu Mikkola al volante di una Corolla.

Negli anni Ottanta debuttarono sul mercato tre sportive coupé: la MR2, la Supra Mark III e la Celica T160, successivente fu progettato anche il pick-up Hilux, ideato da un’accordo tra la casa giapponese e Volkswagen.

Nel 1989 viene creato il brand di lusso Lexus, pensato per entrare in competizione sul mercato americano con l’Acura e l’Infiniti. L’enorme successo permise a Toyota di diventare il maggior produttore di auto di lusso in vari mercati mondiali.

Nel 1992 Toyota inizò a realizzare veicoli per il Regno Unito e nel 1999 diede vita alla Prius XW10, una macchina ibrida che si aggiudicò il prestigioso riconoscimento di “miglior motore dell’anno”.

Nel terzo millennio Toyota continua brillare in campo sportivo: nel 2002 si è aggiudicata il campionato statunitense di Formula Cart e ha debuttato in F1, nel 2009 ha vinto il campionato americano NASCAR Nationwide Series con una Toyota Camry.

I veicoli Toyota tuttora in produzione sono: l’iQ, la Aygo, la Yaris, la Verso, la Auris, la Avensis, la Prius, la GT86, la RAV4 e la Land Cruiser.

Entra nel mondo Toyota e scopri tutte le promozioni della casa francese su Autokm0.tv

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *