Vetture Audi: aggressività tedesca

2

Oggi la casa dei quattro anelli è un delle più attive sul mercato e tutto è dovuto ad August Horch, che nel 1909 fondò l’azienda a Zwickau, inizialmente con il nome di August Horch Automobilwerke GmbH, rinominata poi nel 1910 con il nome che tutti noi conosciamo… Audi!

Horch fondò dapprima la “A. Horch & Cie” nel 1899, ma in seguito ad alcuni screzi con alcuni colleghi, dovuti allo sperpero dei soldi da parte di August per i suoi esperimenti, si allontanò dall’azienda e ne costruì un’altra a pochissimi metri di distanza.

Inizialmente gli affari con la nuova società, la Audi (curioso nome nato dalla traduzione in latino della parola tedesca “horch”, cognome di August, che era una forma in disuso del verbo “hören”, imperativo di ascoltare nella lingua italiana), andavano a gonfie vele; ma nel ’29 con il crollo della borsa di Wall Street, anche l’azienda di Horch subì una grave perdita. Negli anni successivi per risalire la china, venne messa in piedi un’azienda che inglobò le quattro principali aziende della Sassonia, ovvero: Audi, DKW, Horch e Wanderer.

L’ennesimo colpo inflitto al mercato automobilistico venne causato dalla Seconda Guerra Mondiale. Lo Stato Maggiore dell’Auto Union si vide costretto a scappare dalla Sassonia, spostandosi così a Ingolstadt, per far rinascere nuovamente l’azienda.

Nel 1964 il pacchetto azionario dell’Auto Union venne venduto alla VolksWagen. La casa di Wolfsburg cercava un marchio di lusso da poter sfruttare, come la Horch o la Audi; la casa fondata dal pioniere August Horch però prese il sopravvento e dal 1965 resuscitò definitivamente.

Nei successivi 25 anni le auto tedesche riscossero successo, ma solo a partire dagli anni ’90 iniziò il vero e proprio boom della casa dei quattro anelli. Il criterio di denominazione con la lettera “A”, usato tuttora da Audi, nacque grazie ai modelli Audi A8, Audi A4 e Audi A6. Nel ’96 venne prodotta l’auto di segmento C, ovvero la famosissima Audi A3, costruita partendo dalla Golf IV.

Nel settore delle coupé compatte invece, la prima a vedere la luce fu l’Audi TT, che riprendeva le linee delle vetture da competizione degli anni ’30 della vecchia Auto Union.

Alla fine degli anni ’90 venne introdotta sul mercato l’Audi A2, prima vettura con telaio in alluminio del segmento B, che venne in seguito sostituita dall’Audi A1 dopo circa 10 anni. Nell’ottobre dello stesso anno invece è stata introdotta la grossa coupé di fascia alta Audi A7.

Tornando indietro di qualche anno invece, troviamo i due Sport Utility Vehicle, Audi Q7 e Q5 che vennero rispettivamente prodotti a partire dal 2006 e dal 2008; la più compatta Audi Q3 invece venne prodotta solo a partire dal 2011.

Tra la vendita dei primi due SUV, nel 2007 venne introdotta sul mercato, dopo 13 anni di assenza della casa di Ingolstadt nel segmento D, la Audi A5. (vedi Wiki)

Se volete entrare a fare parte del mondo delle auto tedesche, vi consigliamo di scoprire tutte le offerte Audi presenti sul nostro portale Autokm0.tv

2 commenti

  1. federico piva

    29 agosto 2014 at 19:53

    Cerco audi q3 aziendale o semestrale ne avete avete la mia emailaspetto vostra risposta. grazie

  2. Redazione Autokm0

    2 settembre 2014 at 09:32

    al momento non ci sono offerte Audi Q3; segua il link http://autokm0.tv/tag/audi-q3/ per rimanere aggiornato sulle prossime promozioni.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *